Dopo il caso Quarto, Chi ne esce più forte? M5s o PD?

martedì 25 agosto 2015

Un pensionato scrive una lettera a Matteo Renzi e lo distrugge! Ecco cosa ha scritto



'Ho stracciato la tessera del Pd': Lettera di un pensionato a Renzi

Riportiamo di seguito la lettera scritta da un pensionato di Modena, Antonio Bellavia, al premier Matteo Renzi e pubblicata da Affari Italiani: 

"Caro presidente del Consiglio,

so che purtroppo non mi risponderà, temo. Ma ho deciso di scrivere questa lettera ad Affaritaliani.it, che ringrazio in caso di pubblicazione, per esprimere tutta la mia rabbia su come è lo stato di questa nostra povera Italia.

Nel 2013 ho votato convintamente Partito Democratico. Ero certo della vittoria di Bersani, che stimavo molto. Ora mi trovo un governo non eletto, un premier che parla di accordi con gli italiani che non è stato eletto da nessuno. Se ha un briciolo di coraggio faccia come Tsipras, si dimetta e vada al voto. Ma temo non lo farà mai. Lei e i suoi amici alfaniani siete troppo attaccati alle vostre poltrone comode.

Credevo nella sinistra. Sempre votato Pci, Pds, Ds e poi Pd. Ho visto i diritti che abbiamo acquisito negli anni delle lotte distrutti con il suo Jobs Act. I sindacati che strappavano le vesti con Berlusconi premier hanno fatto solo finta di contestarla.

Sulle tasse è un disastro. Lei taglia i diritti e tagli agli enti locali che poi aumentano la pressione fiscale ai cittadini, esattamente come facevano i democristiani.

Roma è stata sfregiata nel mondo con i funerali di Casamonica ma lei o non ha la forza o non ha il coraggio di far dimettere il sindaco vergognoso.

Sull'immigrazione assistiamo a una gestione assurda, porte aperte a tutti perché tanti mangiano soldi (come ha insegnato Mafia Capitale) e guerra tra i poveri. Dove li mettete i cosiddetti progughi? nei quartieri alti e dei ricchi? No nei quartieri popolari, con la Chiesa complice e il Vaticano che blatera e non ne ospita nemmeno uno.

In Europa lei è il cameriere della Merkel. Sui temi caldi la Mogherini, sbandierata come grande vittoria, non esiste. E lei è fuori da tutti i tavolic che contano, sia sull'Ucraina sia sulla Grecia sia sull'immigrazione.

Ci ha raccontato che l'Italia era fuori dalla crisi ma la disoccupazione grida vendetta. Mio figlio è senza lavoro e vive con la mia pensione pur avendo 31 anni ed è laureato.

Mi chiamo Antonio Bellavia, ho 68 anni, ex operaio di Modena. Ho contribuito a risolevvare quest'Italia negli anni difficili, oggi se vado all'estero mi vergogno di essere italiano. Ho stracciato la tessera del Pd in mille pezzi e alle prossime elezioni voterò Grillo o Salvini e tanti come me lo faranno.

Se ne vada, torni a Firenze. Sta semplicemente distruggendo l'Italia.

Antonio, Modena
"

17 commenti:

  1. Un sentimento molto comune, il PD se ne accorgerà. Non ora perchè troppo occupato a mantenere selde le poltrone impropriamente occupate

    RispondiElimina
  2. E esattamente quello che potrei scrivergli io. 76 anni sempre di sinistra, ed ora devo vergognarmi di esserlo stato. Arrivederci alle prossime elezioni.!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ha niente da vergognarsi secondo me, sono altri che dovrebbero vergognarsi. tenga conto che il m5s è l'unica vera alternativa

      Elimina
    2. Peccato che ve ne siete accorti tardi. Uscite dal PD. Non è col popolo. Ma contro perché saranno solo gli immigrati a votarli. Forse

      Elimina
  3. Ho scritto anche io...in un momento di rabbia e delusione direttamente all'email di Matteo Renzi. So che probabilmente non risolverò nulla, nè tanto meno verrà data una risposta (e nemmeno la cerco), ma credo sia giusto farsi sentire. Ho scritto perchè sono stanca di non contare nulla, di avere le mani legate e di rimanere senza voce quando si prendono decisioni importanti sulla mia pelle e sul mio futuro. Ho 30 anni, una laurea e fino ad adesso non ho avuto la possibilità di un vero lavoro. Quando inizieremo davvero a farci sentire? Quando faremo capire che le questioni più importanti sono il benessere e la possibilità di credere ancora in un futuro per noi giovani cittadini italiani? Oppure devo fare le valigie, abbandonare sicilia ed Italia e lasciarle in mano di tutto un continente africano che piano piano di svuota, riversandosi sulla mia terra ospitale si, ma che non ha più nulla da offrire ai suoi figli?

    RispondiElimina
  4. Che dire....è il pensiero di molti, come me e tanti altri, se avessimo l'età del sessantotto, Renzi scapperebbe dalla sua poltrona, ma siamo vecchi e la rabbia si fa ancor più impetuosa. Ma con l'ultimo evento , quello dei Casamonica, successo nel cuore dello Stato, ti fa capire quanto, questi, sia lontano dagli Italiani.

    RispondiElimina
  5. Anch'io sono stato simpatizzante di sinistra,perche' ero convinto di una forza politica capace di rapportarsi con le esigenze del paese.L'arrivo di mister Renzi pieno di propositi mettendo la sua faccia a disposizione del paese al fine di dare una svolta alla vecchia maniera di far politica, mi son detto speriamo che questo e' l'uomo giusto,deve solo come primo anno di vita da presidente del consiglio portare una maggioranza parlamentare capace di realizzare 4 punti importanti,x poi dedicarsi alle riforme.L'errore piu' grosso che ai commesso e' quello di avere trascurato i 4 punti x buttarti sulle riforme dando l'impressione che la seggiola dovi siedi ti abbia stregato.II punti a cui faccio riferimento sono:primo,scorte e macchine blu solo x le tre cariche dello stato,secondo,lotta all'evasione con controllo patrimoniale su tutti i cittadini eccetto nessuno,taglio del 40%% dell'eccedenza delle pensioni che superano i 50.000 l'anno,terzo portare l 'aliquota irpef delle pensioni fino a 2000 euro al 5% la parte eccedente al 18% quarto il reddito mensile dei super burocrati non deve superare 10 volte lo stipendio base di un lavoratore.

    RispondiElimina
  6. cosi è, se vi pare, ma anche se non vi pare gl

    RispondiElimina
  7. cosi è, se vi pare, ma anche se non vi pare gl

    RispondiElimina
  8. Quasi tutti gli italiani la pensano così , se ne accorgerà alle prossime elezioni !!!

    RispondiElimina
  9. CARISSIMO ANTONIO,
    SIAMO IN TANTI A PENSARLA COME TE!!!

    RispondiElimina
  10. C'è un "giro" di € sulla migrazione clandestina che sarebbe sufficiente per le prossime cinque finanziarie (e forse mi sto tenendo stretto)...sono i "politici, i delinquenti e le persone disoneste" che dobbiamo combattere ma...COME??? Nel '68 (a prescindere da come la si pensava) queste cose NON SAREBBERO ACCADUTE!!! Buona Musica

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Si è inserito abusivamente un INCOMPETENTE con tutti quelli che vogliono solo i vostri soldi. La volete capire o nò ?

    RispondiElimina
  13. vota 5s ..salvini fa parte della stessa banda

    RispondiElimina
  14. facile adesso strappare la tessera quando avete pagato anche 2 euro per farlo segretario o quando sostenevate i governi Monti e Letta,siete una massa di masochisti vi tagliereste l'uccello per fare un dispetto a vostra moglie,tanto per non dimenticare le più grandi inculature la classe operaia le ha prese con governi di sinistra,il furto dei conti correnti di Amato,l'eliminazione della scala mobile con Craxi etc etc,ho consumato molte scarpe per manifestare con il PCI per mantenere i diritti acquisiti,quei diritti che i nostri padri e nonni hanno preso mazzate per conquistarli e quella gente che ce li ha tolti sono quelli votati da voi che continuate a pestarvi i coglioni pur di votare PD,si il Partito Delinquenti

    RispondiElimina
  15. Avere paura del voto popolare è la cartina tornasole che la propria azione di governo è volta a fare gli interessi delle lobby economico-finanziarie internazionali che controllano l'Occidente.

    Solo chi danneggia il popolo e che è un venduto ha paura di passare per le urne.

    RispondiElimina