Dopo il caso Quarto, Chi ne esce più forte? M5s o PD?

domenica 6 dicembre 2015

Beppe Grillo scrive agli italiani: "Non abbiamo più tempo, dobbiamo mandarli a casa"

"L’Italia deve diventare una comunità, nessuno deve essere lasciato indietro. E’ intollerabile, inumano, vedere le file di esodati, sfrattati, disoccupati alle mense della Caritas mentre chi ha sprofondato il Paese nella miseria si muove con la scorta, l’auto blu, senza alcuna preoccupazione economica. I partiti sono i primi responsabili di questa situazione, hanno occupato lo Stato, lo hanno svenduto, spolpato da dentro. Ora, queste persone si presentano, grazie ai giornali e alle televisioni che controllano, come i salvatori della patria, proprio loro che l’hanno affossata, usata per i loro interessi.
L’Italia ha le tasse tra le più alte del mondo, uno dei maggiori debiti pubblici, un tasso di disoccupazione, soprattutto giovanile, che ha fatto emigrare in pochi anni un milione e mezzo di ragazzi italiani, diplomati, laureati con il sacrificio dei loro genitori.
E’ ora di dire basta, questa commedia deve finire o finirà il Paese. Non abbiamo più tempo, dobbiamo mandarli tutti a casa. Tutti coloro che fanno parte di questo marcio sistema, devono andarsene, sparire, ma prima devono giustificare il loro eventuale arricchimento. Io non chiedo il tuo voto, non mi interessa il tuo voto senza la tua partecipazione alla cosa pubblica, il tuo coinvolgimento diretto, se il tuo voto per il M5S è una semplice delega a qualcuno che decida al tuo posto, non votarci. Questo Paese lo possiamo cambiare solo insieme, non c’è alternativa. Usciamo dal buio e torniamo a rivedere le stelle. Lo Stato deve proteggere i cittadini o non è uno Stato, per questo va istituito il reddito di cittadinanza. Io sono Stato, tu sei Stato, noi siamo Stato. Riprendiamoci l'Italia."Beppe Grillo
20 punti per uscire dal buio:

  1. Reddito di cittadinanza

  2. Misure immediate per il rilancio della piccola e media impresa

  3. Legge anticorruzione

  4. Informatizzazione e semplificazione dello Stato

  5. Abolizione dei contributi pubblici ai partiti

  6. Istituzione di un “politometro” per verificare arricchimenti illeciti dei politici negli ultimi 20 anni

  7. Referendum propositivo e senza quorum

  8. Referendum sulla permanenza nell’euro

  9. Obbligo di discussione di ogni legge di iniziativa popolare in Parlamento con voto palese

  10. Unasolaretetelevisivapubblica,senzapubblicità,indipendentedaipartiti

  11. Elezione diretta dei parlamentari alla Camera e al Senato

  12. Massimo di due mandati elettivi

  13. Legge sul conflitto di interessi

  14. Ripristino dei fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola pubblica

  15. Abolizione dei finanziamenti diretti e indiretti ai giornali

  16. Accesso gratuito alla Rete per cittadinanza

  17. Abolizione dell’IMU sulla prima casa

  18. Non pignorabilità della prima casa

  19. Eliminazione delle province

  20. Abolizione di Equitalia

18 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora cominciamo a ragionare ..... al solo pensiero mi sento più italiano.... grazie Beppe..!

      Elimina
  2. Istituzione di un “politometro” per verificare arricchimenti illeciti dei politici negli ultimi 20 anni. Questa è quella che mi piace di più FORZA M5S.

    RispondiElimina
  3. Cosa possiamo fare di più, oltre che divulgare la verità, spiegare alle persone il "grande" imbroglio dei Governi degli ultimi 20 anni, partecipare per quello che possiamo ed è nelle nostre "possibilità" al ripristino della legalità, operare per il bene comune, dare un buon esempio, denunciare gli illeciti e le irregolarità, chiedo che chi ha delle idee per accelerare il "cambiamento" già in atto, le metta a disposizione della collettività, ha ragione Beppe non c'è più tempo!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Beh....esiste soltanto una semplicemente via di uscita...............come si sa fin da quando eravamo bambini " l'unione fa la forza" e presumibilmente credo che se veramente lo vogliamo ( mandarli tutti a pagare i conti con le malefatte) non possiamo più esimerci dal far sentire tutta la disapprovazione possibile, che è enorme indubbiamente, e andare in milioni di persone ad aspettarli là dove gli indecenti stanno affossando con le loro decisioni a favore di banche, lobby, e non per ultimo i loro portafogli e conseguentemente contro ai " normali" cittadini Italiani come noi, propongo di avere le mani legate gli uni agli altri con una corda ben visibile e molte telecamere puntate addosso per dimostrare assolutamente indole pacifica, ma nel contempo risoluta, eventuale sit-in in massa fino ad ottenere ciò che ci saremo prefissi....le rivoluzioni partono da una idea poi si sviluppano sempre più strada facendo e sono ben lieto di ascoltare qualcosa che aggiunga o cambi in meglio questo mio personalissimo pensiero. Beppe ha come da tanti anni, ragione, io gli sono immensamente grato, ma mi rendo conto che sta a noi tutti cambiare questo sistema. Per il bene delle prossime generazioni. Non andrei oltre il mese di gennaio prossimo. ORGANIZZIAMOCI

    RispondiElimina
  5. ci sarebbe un 21esimo punto,nazionalizzare le banche

    RispondiElimina
  6. Sull'IMU non sono per niente d'accordo; le tasse si pagano in base al reddito!!! E poi mancano due cose che sono le più importanti di tutte: la prima è "i Giudici non possono più emettere sentenze a propria discrezione. Vanno semplicemente applicate le leggi, punto e basta". La seconda è che "lo Stato non può esigere tasse ed iva su soldi mai incassati soprattutto se si è in causa con il debitore!".

    RispondiElimina
  7. A proposito, il reddito di cittadinanza va erogato con una carta di credito, altrimenti se i soldi si spenderanno in nero, dopo, non tornerebbero più nelle casse statali!!!!

    RispondiElimina
  8. Punto 9: il voto dovrebbe essere sempre palese, sia in parlamento che quando votano i cittadini per eleggere i loro rappresentanti!

    RispondiElimina
  9. Mandarli a casa???? Seeeee, e poi ritornano a casa anche i disoccupati, i sottoccupati,i miracolati insomma AL M5S.cHIEDILO A LORO, CARO gRILLO, SE VOGLIONO RITORNARE NELLA LORO CASETTA DA CUI, A TASCHE VUOTE, SONO PARTITI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariuccia hai visto cosa e successo ai risparmiatori pensionati invalidi,,con il salva banche di RENZI?? fatti una riflessione

      Elimina
    2. Guardati allo specchio e poi sputati in faccia per la stupidata che hai scritto.

      Elimina
  10. Cara Mariuccia.. il cambiamento è in atto da un po' una parte dell'Italia e allo stremo cosa dobbiamo aspettare che affondi del tutto? Guarda che affondi anche tu sai.se non ci diamo una mossa.. questi.. che ci stanno tenendo in pugno ci toglieranno anche.. quel briciolo di dignità che c'è rimasta. E vero..non c'è pieno tempo.

    RispondiElimina
  11. Ok, sono d'accordo mandiamoli a casa! ma l'unico modo (legale) che conosco sono le elezioni per cui ELEZIONI SUBITO altrimenti dovremo tenerci questa casta inetta e saprofita.

    RispondiElimina
  12. Il difficile è unire le teste della gente...ho provato a parlare con tante persone, ma purtroppo ci hanno diviso in tante categorie e messi gli uni contro gli altri...antico stratagemma x controllare le masse...ci vuole tempo x sistemare la situazione. Personalmente aggiungerei anche altri punti ma uno in particolare: l'impossibilità di cambiare partito una volta eletto con un'altro. Se vieni cacciato o te ne vuoi andare, via e niente "vitalizio" (parola schifosa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  13. Il difficile è unire le teste della gente...ho provato a parlare con tante persone, ma purtroppo ci hanno diviso in tante categorie e messi gli uni contro gli altri...antico stratagemma x controllare le masse...ci vuole tempo x sistemare la situazione. Personalmente aggiungerei anche altri punti ma uno in particolare: l'impossibilità di cambiare partito una volta eletto con un'altro. Se vieni cacciato o te ne vuoi andare, via e niente "vitalizio" (parola schifosa)

    RispondiElimina
  14. Grazie! Grazie davvero.
    Come un figlio ad un padre.

    RispondiElimina